Primo Comunicato Stampa Gruppo Promotore Intercategoriale

DiGiovanna Berna

Primo Comunicato Stampa Gruppo Promotore Intercategoriale

l GPI,  Gruppo Promotore Interdisciplinare, esprimendo i sentimenti di migliaia di operatori delle terapie psico/corporee ad indirizzo artistico e di tutte le professioni sociosanitarie interessate, si rivolge alle istituzioni, alla cittadinanza, alle forze politiche e sociali, alle fonti di comunicazione della tutela della salute e della cultura al fine di sensibilizzare le autorità preposte e la pubblica opinione a sostenere la richiesta di applicazione dell’art.5 della legge 3 gennaio 2018 riguardante l’attivazione dell’area sociosanitaria delle professioni.

A tale scopo propone una serie di iniziative di sollecitazione e tra queste la petizione online:

 https://www.change.org/p/ministro-salute-giulia-grillo-attivare-l-area-delle-professioni-sociosanitarie-applicare-l-art-5-della-legge-3-del-2018  .

A tutt’oggi questa area è stata istituita nell’art.5 della legge 3 dell’11 gennaio 2018, con giusta intuizione del legislatore in un settore, quale quello sociosanitario, ad elevata espansione per l’attuale quadro demografico e quello epidemiologico e in forza della mutata denominazione del nome del Ministero da “della Sanità” a “della Salute”,  che ha espanso la mission del Dicastero in uno spettro di intervento e di competenza che va oltre la concezione di ambito sanitario in senso stretto ed ora aderente al concetto di salute, proprio dell’OMS e del diritto sancito dall’art.32 della Costituzione Repubblicana.

E’ bene ricordare, altresì, che alcune figure professionali sono state inserite per rivedere le criticità di alcuni profili, quali l’Operatore Socio Sanitario, il doppio canale formativo universitario dell’educatore professionale in sanità e di quello nel sociale o l’incongruo inquadramento nel ruolo tecnico di alcune professioni quali l’assistente sociale ed il sociologo, che ne limita e circoscrive le potenzialità operative.

Ma l’attivazione di quest’area offre una legittimazione più adeguata a quelle professioni non riconosciute ancora nel SSN, in particolare nell’area dell’integrazione sociosanitaria, ma ritenute utili ed efficaci per il piano terapeutico, presenti in presidi sociosanitari pubblici e privati, ad iniziare dalle terapie psico/corporee ad indirizzo artistico.

Per quanto sopra esposto è di estrema importanza, per migliaia di operatori, utenti e familiari, che il Ministero della Salute attivi tutte le necessarie procedure per dar corso all’attuazione dell’area sociosanitaria  delle professioni.

Per il GPI Gruppo Promotore Interdisciplinare

Rolando P. Mancini – musicoterapista, portavoce

Mila Sanna –  Psicologa, Psicoterapeuta

Simonetta Ottone, Danzamovimentoterapeuta

Roma  22- 02-2019

Info sull'autore

Giovanna Berna editor

Commenta