Il percorso nazionale per il vero riconoscimento

DiGiovanna Berna

Il percorso nazionale per il vero riconoscimento

Comunicato sul percorso nazionale per il vero riconoscimento:

 In aggiornamento dello stato di avanzamento della vertenza per il vero riconoscimento, corre l’obbligo di comunicare alle variegate realtà di settore quanto segue:

– il contesto nazionale del percorso appare nella fase attuale complesso e disarticolato;

– una circolare del MISE pone specifici limiti alle Associazioni che hanno aderito alla legge 4, dati alla mano, per l’iscrizione nell’elenco previsto dalla legge stessa (che non costituisce riconoscimento);

– nel contempo risulta che talune regioni, nonostante la legislazione, istituiscano qualifiche professionali di “Musicoterapista” con un profilo dequalificante rispetto a quello del Musicoterapista Clinico, profilo per il quale lottiamo chiedendo l’applicazione e l’attuazione dell’art.5 della legge 3 del 2018.

– risulta anche che il MIUR abbia ipotizzato l’elaborazione di una proposta per un titolo congiunto abilitante alla professione, tutt’ora in alto mare;

–  è notizia recente che il Ministero della Salute ha previsto la realizzazione di 90 Master per le professioni dei terapisti regolamentati (e non è escluso che taluni contengano elementi di formazione post base in Musicoterapia).

 

Tutto ciò delinea il pericolo di una polverizzazione graduale della categoria e rafforza la nostra deliberazione di procedere verso:

il dossier “Documentazione Sociosanitaria Partecipata” per il Ministero della Salute, attualmente nella fase di verifica, controllo, razionalizzazione e formalizzazione nei tempi connessi al nostro lavoro di volontariato;

– l’attivazione celere di un Comitato Promotore di categoria, finalizzato ad un Coordinamento Unitario, azione valida per verificare nel breve periodo la concreta disponibilità di associazioni e singoli a procedere verso l’attuazione dell’art.5;

– l’attivazione del Comitato Promotore e del Coordinamento Nazionale inter categoria, per acquisire la forza sufficiente per la ragione sociale.

Nella fase attuale, in base alle energie umane disponibili  a livello organizzativo, si procede verso un miglioramento funzionale costituito da specifiche deleghe operative; illustri personalità del mondo scientifico/culturale/musicoterapico hanno accettato di fare parte del Comitato Promotore Categoriale, appoggiando la nostra causa, verso il Coordinamento Unitario, con cui verranno stabiliti anche i tempi ed i modi della consegna al Ministero della Salute del Dossier raccolto attraverso l’operazione “Documentazione Sociosanitaria Partecipata”, conclusasi il 31/12/2018.

Altre importanti iniziative, quali incontri istituzionali, convegni ed altro, sono in corso e verranno opportunamente documentati e divulgati.

 

Il direttivo CUM – Sanità

 

 

 

 

 

Info sull'autore

Giovanna Berna editor

Commenta